martedì 23 settembre 2014

Reginette con ceci e crema di melanzane



Pasta e ceci è un famoso piatto della tradizione italiana, perchè non modernizzarlo un pò  rendendolo più internazionale ? Avevo una melanzana che stava boccheggiando nel frigorifero da qualche giorno, metterla in forno e  trasformarla poi in una sorta di melitzanosalata (la crema di melanzane greca) è stata una decisione che mi ha portato  poi ad usarla per questa ricetta,  penso che vi piacerà....


Ingredienti per 2 persone

200 g di reginette
1 melanzana
una manciata di ceci (ho usato quelli del barattolo)
qualche rondella di porro
1/ spicchio di aglio
paprika affumicata
il succo di mezzo limone
sale
olio ev

Mettere la melanzana in forno a 200° per una mezz'ora. Provare con la forchetta se è cotta, lasciarla raffreddare e spellarla, conservare un pezzetto di buccia. In una padella versare un filo d'olio , aggiungere le rondelle di porro e i ceci. Dovranno ammorbidirsi un pò e amalgamarsi al porro. Nel robot tritare la melanzana, aggiungere l'aglio, il succo di limone, il sale, un pò di paprika affumicata e allungare con un pò di olio, mescolare bene. Cuocere la pasta al dente e scolarla conservando un pò di acqua. Versare la pasta nella padella con i ceci ed aggiungere la crema di melanzane. Se il composto fosse troppo denso allungarlo con l'acqua della pasta. Amalgamare , impiattare e guarnire con i pezzetti di buccia della melanzana


Abbinamento vino : ho bevuto un vino dell'Alto Adige, Kalterersee Auslese, Az. Abbazia di Novacella,Varna (BZ), 12,6 % Vol, temperatura di servizio intorno ai 16° C

Abbazia di Novacella


domenica 21 settembre 2014

Torta zebrata al pistacchio e cacao



C'è stato un tempo in cui questa torta impazzava sul web, ne ho viste decine , tutte bellissime a vedersi ma terribilmente uguali nella scelta degli ingredienti....Io che difficilmente seguo le mode  ho   cambiato qualcosa negli ingredienti...ho aggiunto all'impasto chiaro i pistacchi di Bronte, posso dirvi che era golosissima !


ingredienti :

4 uova
200 g di zucchero
150 ml di olio di mais
150 ml di latte
300 g di farina autolievitante
1 bustina di lievito se invece usate la farina classica
2 cucchiai di cacao amaro
2 cucchiai di pistacchi di Bronte tritati finemente
burro per ungere lo stampo


Nel robot sbattere bene le uova con lo zucchero, aggiungere poi l'olio, il latte e la farina.Dividere il composto in due ciotole; in una aggiungere il cacao nell'altra i pistacchi, mescolare bene. Ungere lo stampo con il burro e velarlo con un pò di farina. A questo punto usando due differenti mestoli versare nel centro dello stampo alternativamente un mestolo di composto chiaro e sopra questo un mestolo di composto al pistacchio. e così avanti.Se il lavoro sarà stato fatto bene i due composti non si mescoleranno ma li allargheranno in cerchi concentrici. E' un procedimento che va fatto con pazienza e precisione, infornare per circa 40 minuti a 180°


giovedì 18 settembre 2014

Blogs Got Talent ! (111)




Oggi andiamo a Roma, siamo attese nella cucina di Rossella !La blogger di questa settimana è per metà lucana e per metà marchigiana, vive a Roma e appena ha qualche giorno libero scappa a Parigi . Rossella è architetto , fotografa e foodwriter con particolare vocazione per il paesaggio e l'ambiente. Ama preparare cibi semplici che le ricordano la sua infanzia e le molte donne della sua famiglia che hanno contribuito a far crescere in lei l'amore per la cucina. Lavorando in un campo rigoroso come l'architettura, l'ha portata a cercare un passatempo più rilassante e fantasioso però nemmeno troppo distante da quello che , nel suo lavoro, si era prefissata e cioè la cura dell'ambiente . Il cibo fa parte dell'ambiente e quindi il cerchio si chiude e tutto ha un suo perchè.....Il blog di cucina è la versione web del vecchio sano chiacchiericcio fra donne che si scambiano ricette, senza però precluderne l'accesso al mondo maschile, che ha un punto di vista assolutamente importante in cucina, un approccio a volte anche molto sofisticato e un palato diverso (i commenti maschili sono molto importanti per lei, servono ad "aggiustare il tiro" del blog....). Anche la fotografia ha un ruolo importante nella sua vita; ultimamente ha avuto la fortuna di seguire dei workshop di fotografia, il primo in Italia e il secondo a Londra. Per presentarvela ho scelto una ricetta molto appetitosa, passate a trovarla, noi ci ritroviamo la prossima settimana !





martedì 16 settembre 2014

Risotto agli spinaci e pancetta
con formaggio kajmak


E' autunno e  la cucina ritrova sapori più decisi. Ho pensato ad un risotto con un  abbinamento particolare,spinaci e pancetta, per la mantecatura ho usato un latticino molto conosciuto nei balcani, si tratta del kajmak, ha la consistenza burrosa ed è stato perfetto per amalgamare i sapori, non ho usato parmigiano e non ho salato....delizioso !


Ingredienti per 2 persone

200 g di riso baldo (stavolta niente carnaroli nè vialone nano)
un pugno di spinaci lessati a vapore
50 g di pancetta tagliata a dadini
1 cucchiaio di kajmak
brodo vegetale


Per i risotti uso una pentola di rame, ho notato che è perfetta per la cottura dei risotti. Versare un filo d'olio e far ammorbidire la pancetta, aggiungere gli spinaci e lasciare che i sapori si fondano per qualche secondo.Versare il riso e lasciarlo tostare. Portare a cottura con il brodo e alla fine, fuori dal fuoco, mantecare con il cucchiaio di kajmak

qui un'altra ricetta con il kajmak


Abbinamento vino : ho bevuto un vino bianco dei Colli Orientali del Friuli, TERRE ALTE , da uve Friulano, Pinot Bianco e Sauvignon, Az. Felluga, Brazzano di Cormons (GO), 13,5 % Vol.,temperatura di servizio intorno ai 12° C


Livio Felluga




domenica 14 settembre 2014

Da " Pri Hribu " a Povir nel Carso sloveno
funghi a profusione




Ha piovuto tanto questi ultimi mesi,la stagione è stata una specie di autunno anticipato , una delle cose che amo dell'autunno sono i funghi e gustarli prima del tempo è stato comunque fantastico. C'è una trattoria in Slovenia, si trova a  Povir (a metà strada fra Sezana e Divaccia ) che è rinomata sia per il pesce sia per i funghi,il proprietario è uno dei più autorevoli esperti conoscitori di funghi di tutta la zona, si può star tranquilli quando si mangia da lui, porcini, chiodini ecc non hanno segreti per Milan e riesce a cucinarli in modo perfetto...Si oltrepassa il cancello e ci si siede nella bella sala o, come abbiamo fatto noi, sotto il fresco pergolato e ci si sente subito come a casa coccolati sia da Milan che da sua madre, la signora Marjia,qui il traffico non si sente, siamo in mezzo alla natura.....








Un menù semplice ma  gustoso accompagnato dal pane e dal vino fatto in casa 
 Terrano o  Cabernet

Una frittatina (con le uova di casa) con i porcini


una scelta di primi
Tagliatelle fatte in casa con i porcini, gli gnocchi di patate
un filetto con porcini alla piastra


                      al momento del dessert non me la sono sentita di scegliere ed ho assaggiato tutto 

lo strudel con le pere e i mirtilli di questi boschi con la crema , deliziosi entrambi ! 





   Milan mi ha regalato un sacco pieno  di patate del suo campo, le ho gustate in mille modi , grazie!

Se amate i funghi ma anche il pesce e siete in questa zona non mancate di andare da Milan, Povir tra l'altro è un posticino fuori dal caos della città, passerete un paio d'ore di completo relax !




giovedì 11 settembre 2014

Blogs Got Talent ! (110)


Oggi andiamo a Venezia a conoscere  una vera professionista della ristorazione prima che  blogger, ci aspetta Lorella ! Dopo diversi anni di lavoro in ambito turistico l'arrivo del secondo figlio fa decidere a Lorella di lasciare la sua carriera per dedicarsi completamente alla famiglia. Ben presto però si accorge che le piace molto cucinare e coglie al volo l'opportunità di frequentare i corsi di cucina tenuti da Mariagrazia Calò all'epoca ospite fissa del programma " La Prova del Cuoco" e di altri cuochi locali.Con l'aumentare dell'interesse e della passione inizia a scrivere su un blog e si iscrive al corso pomeridiano per adulti dell'Istituto alberghiero di Venezia. Nel 2012 prende la qualifica di Operatore di sala/bar e l'anno dopo si diploma in Tecnica dei servizi della Ristorazione (siamo quasi colleghe io sono diplomata in Tecnica del Catering ma ho praticato poco).Attualmente tiene corsi di cucina, collabora con alcuni ristoranti di Venezia e dintorni ed organizza banchetti e buffet. Collabora inoltre come Food Editor con il web magazine Agrodolce. Oltre alla cucina Lorella ama il ballo latino americano, caraibico e il tango argentino.Dove trova il tempo per seguire anche il blog direte voi..Infatti questa sua creatura ultimamente è un pò trascurata ma mi ha svelato  che conta presto di pubblicare le tante ricette che ha in archivio, siamo tutte curiose di seguirla, mi raccomando non ripensarci Lorella ! Per presentarvela ho scelto l'ultimo post che ha pubblicato, passate a trovarla, noi ci ritroviamo...presto !




martedì 9 settembre 2014

Patate barbecue


Seguo da qualche mese la rivista "Gusto Sano", trovo sempre ricette molto sfiziose e non troppo impegnative. Nel numero di agosto/settembre una sezione è dedicata ai contorni estivi con 3 soli ingredienti e una ricetta ha particolarmente solleticato il mio appetito !Ho scelto di provare le "patate barbecue" saporite, facili e  veloci da preparare, sono state molto apprezzate e di certo le rifarò presto, non è facile trovare ricette di contorni da poter fare velocemente.In questo numero inoltre si parla di piatti con la birra,di cene da preparare in 30 minuti,di ricette romantiche per due e di molti altri interessanti argomenti, passate in edicola !

Ingredienti  (fra parentesi le mie variazioni)

2 patate tagliate a spicchi(io ho usato 1 kg di patate piccole tagliate a spicchi)
1 cucchiaino e mezzo di paprika affumicata (io 1 cucchiaino)
1 cucchiaino e mezzo di peperoncino in polvere (io solo mezzo, la paprika era già sufficiente)
olio ev
sale




Ho aggiunto un passaggio alla ricetta, all'inizio della preparazione ho immerso gli spicchi di patata nell'acqua dove li ho lasciati per una mezz'ora , ho cambiato l'acqua un paio di volte e poi le ho sciacquate ed asciugate per bene. Con questo accorgimento durante la cottura in forno le patate non si incolleranno fra loro.In una ciotola ho versato l'olio, la paprika affumicata ,il peperoncino in polvere e il sale, ho mescolato bene e ho aggiunto la patate. Le ho sistemate in una teglia evitando di sovrapporle e le ho cucinate in forno a 180/200° per circa mezz'ora girandole un paio di volte

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...